FANDOM


Shapeshifters
Dopo l'apparizione e la chiusura del portale per il Mondo Riflesso, nuove opportunità vengono concesse agli Evocatori: un mondo parallelo, in cui l'umanità è schiava di una strana razza di Mutaforma, individui apparentemente umani, in grado però di assumere sembianze animalesche con la sola forza di volontà. Instaurato un regno di terrore con questa abilità, ora si fanno chiamare la Nobiltà. Tuttavia, i rapporti tra i vari membri della Nobiltà sono spesso contrastanti, e recentemente le corti dei mutaforma stanno subendo sparizioni o, peggio, decapitazioni...

Scopriamo il perché.

Heinrich, il LupoModifica

Unit ills full 710147
Unit ills thum 710147

Lord Heinrich, Sterminatore della Nobiltà, Maestro dei Cacciatori, ex-signore di Forte Cremisi.

A differenza degli altri Mutaforma, odia la sua stessa razza, disprezza il fatto che la Nobiltà sia una casta di signori di schiavi, e per questo evita di trasformarsi in lupo infuocato, salvo in occasioni strettamente necessarie. Sposò in giovane età Lady Jade della Foresta Crudele. Ma la prima notte di nozze fu travagliata a dir poco, e Heinrich scoprì la natura della moglie quando questa, assunta la forma di una mantide, tentò di decapitarlo... Sfuggì alla morte a fatica, rimediando comunque una cicatrice sul volto. Allora Heinrich abbandonò la propria vita, così come il titolo, e allontanatosi dalla società iniziò la Caccia: caccia ai membri della Nobiltà, che scovò e uccise nel tentativo di rovesciare la tirannia dei mutaforma. Infine, formò un esercito di uomini comuni nel tantativo di rovesciare definitivamente la propria razza dal potere su quella terra, ottenere vendetta sui mutaforma che lo avevano minacciato... e sconfiggere Lady Jade in particolare.

Heinrich ed i suoi cacciatori umani riportarono inizialmente non poche vittorie, ma l'arrivo delle legioni del Regno Fluttuante capeggiate dall'Ammiraglio Cornelius misero piede a terra la situazione mutò radicalmente: più proseguiva il conflitto, più gravi erano le perdite subite dagli uomini di Heinrich. Il Lupo era reso cieco dalla brama di vendetta che nutriva nei confronti dell'ex moglie lady Jade e per questo incapace di seguire una strategia efficace. La guerra fu persa e l'umanità nuovamente schiavizzata. Umiliato, Heinrich scelse di battersi volontariamente nelle fosse di combattimento istituite dall'Ammiraglio e qui farsi un nome, così da sfidare Cornelius e porre fine alla sua tirannia. E lentamente, avversario dopo avversario, Heinrich ottenne di gettare il guanto di sfida proprio al capo dei nemici. Ma non riuscì ad avere òa meglio: fu uno scontro sanguinario per entrambi, ma il sovrano degli abissi era chiaramente superiore. Quando ormai per il Lupo sembrava giunta la fine, l'aiuto gli giunse dall'alto: planò dal cielo Magena, ed insieme i due Mutaforma sconfissero l'avversario costringendolo alla fuga. Magena avrebbe voluto uccidere lo squalo-piovra, ma Heinrich lo protesse mantenendo fede alla promessa fatta, gettando così le basi per una futura invasione. Tornò la pace per l'umanità, Magena vigilava sull'eventuale ritorno di Cornelius sulla terraferma... ma Heinrich non riusciva a pensare ad altro che alla vendetta contro Lady Jade.

Il Cacciatore aveva incrociato il proprio percorso con quello di un estremista rivoluzionario. I due lavorarono insieme per combattere la minaccia dei Mutaforma. Le loro strade si divisero quando Heinrich fu attirato in una trappola prima di essere vendicato dal suo allievo, Amadeus. Se Heinrich fosse stato più vicino agli ideali di Robespierre, sarebbe rimasto con lui. Insieme, avrebbero preso il potere assassinando Magena. L’uomo con la ghigliottina sarebbe diventato uno spietato dittatore. Il Cacciatore sarebbe dunque stato a capo dell’Inquisizione, un’organizzazione avente lo scopo di rintracciare non solo i Mutaforma, ma anche tutti gli oppositori politici di Robespierre. In questo mondo governato dal terrore, egli si sarebbe scontrato con il suo ex-studente, Amadeus, così come con Jeanne, Emily e Nelson. Questo gruppo non avrebbe avuto altra scelta che unire le forze con il Mutaforma marittimo, in grado di sopravvivere alla traversata degli oceani. Ma cosa farebbe l’Inquisitore se si trovasse faccia a faccia con il figlio dell’ariete? In passato, voleva usare Amadeus a suo personale vantaggio, ma finì per affezionarsi a lui e lo crebbe come un figlio. Heinrich sarebbe stato tormentato giorno e notte da questo problema...

Cornelius, lo Squalo-Piovra-GranchioModifica

Unit ills full 720146
Unit ills thum 720146
Lord Cornelius, Ammiraglio del Regno Fluttuante.

Cornelius non avrebbe dovuto ricevere alcun titolo nobiliare: era un figlio illegittimo di due grandi casate, ed infatti i suoi detrattori lo chiamavano "il bastardo degli Squali e delle Piovre". Ma se ne pentirono, perché tutti gli altri eredi legittimi rifiutarono il titolo o morirono in circostanze a dir poco dubbie... E Cornelius divenne sovrano del Regno, aumentando sempre più la propria influenza così come l'abilità ed il potere nel mutare forma in animale, uno strano squalo-piovra frutto dell'unione tra casate. Dopo aver definitivamente assoggettato tutti i mari al suo regno e dopo aver catturato numerose navi e affondato intere flotte, Cornelius decise di allestire una poderosa armata... e conquistare la terraferma.

Il Regno Fluttuante infine mosse guerra alla superficie. Le sue legioni marciarono dai più oscuri antri dell'oceano verso la terra poco prima liberata dalla presenza della temibilie Nobiltà ad opera di Heinrich e del suo esercito di cacciatori umani. La resistenza venne presto schiacciata, l'Ammiraglio Cornelius si insediò in qualità di sovrano assoluto nella regione. Instaurò una tirannia che condusse attenendosi rigidamente ad alcune leggi, le sue: superiorità e dominio del più forte sui deboli. L'umanità venne soppressa, gli oppositori inviati nelle fosse in cui venivano fatti combattere l'uno contro l'altro fino alla morte. E proprio dalle fosse emerse un giorno un eroe pronto ad affrontare l'Ammiraglio: Heinrich il meta-lupo, traditore della propria razza. Cornelius accettò la sfida, era ormai una questione d'onore. In caso di sconfitta, avrebbe dovuto abbandonare la terraferma. Cornelius era ormai sul punto di sconfiggere senza eccessive difficoltà il suo avversario, ma proprio quando era sul punto di infliggere il colpo di grazia, dal cielo gli piombò contro Magena l'aquila, i cui genitori erano stati uccisi proprio dall'Ammiraglio tempo prima. Cornelius venne gravemente ferito e riuscì a scampare all'ira dell'aquila solo grazie al patto stretto con Heinrich, che ne protesse la fuga verso il mare. Tornato al Regno Fluttuante con le sue armate, convocò a sé i suoi vassalli, e uno di questi catturò la sua attenzione: un Mutaforma granchio. "Compatibile" disse Cornelius, poco prima di assorbirlo ed acquisirne i poteri. Tornò poi a sedersi sul trono ed a pianificare vendetta contro la superficie.

Jade, la MantideModifica

Unit ills thum 730145
Lady Jade, signora della Foresta Crudele, signora di Forte Cremisi.
Unit ills full 730146

Una storia strappalacrime, quella della giovane Jade, mantide mutaforma. Fu abbandonata dal marito, lord Heinrich, dopo la prima notte di nozze. O così lei affermava. Peccato vi fossero prove che tendevano ad una verità del tutto differente... Abbandonata dal marito, Jade ereditò anche il feudo di Forte Cremisi, così come le ricchezze di cui questo disponeva, divenendo una tra gli esponenti di spicco della Nobiltà, onorata e stimata dovunque, sia nella corte che tra il popolo. Ma continuavano a circolare inquietanti storie sulla fine del marito. Fino al punto in cui si scoprì che Heinrich era effettivamente vivo, seppur dopo aver rischiato di perdere la testa (letteralmente). A Jade ricollegarono numerosi omicidi di viandanti, poveri accattoni, amanti... e tutti i cortigiani si allontanarono da lei. Pochi rimasero a corte, tra questi spicca la figura del nuovo marito, lord Jason dell'Altopiano Dorato, guerriero famoso e stimato dovunque... Avrà tentato di decapitare anche lui? Probabilmente no, i due hanno passioni in comune.

5 anni, anni di fuoco nel vero senso della parola, anni in cui Jade ha dimostrato a tutti il suo vero essere. In una valle di lapidi incise in una notte di luna piena una tragica verità macchia la nobil mantide, non si tratta di riciclaggio di denari, ne di droga, si tratta di lussuria e schiavismo (se così possiamo chiamarlo), una lussuria che l'ha portata a macchiarsi più e più volte promettendo sempre il paradiso agli uomini (si, intendo proprio quella miei piccoli amiki) per donargli la sola morte. Ormai incinta di colui di cui ancor oggi non si capisce la vera prole d'appartenenza, lottò con Jason, il mutaforma caprone che si rivelò forte in combattimento ma ingenuo nella realtà poichè da un giovane lupo sua moglie venne attratta e lui, colmo di rabbia e corrotto più che mai la ottenne, quella Jade da lui tanto amata le donò si un pargolo da poter crescere, ma le mostrò anche la realtà di Jade. Non era altro che una mantide vittima della maledizione del suo clan, che presto l'avrebbe portata a decapitare ogni legame con le persone a lei vicina.

Jason, l'ArieteModifica

Unit ills thum 740145
Lord Jason, signore dell'Altopiano Dorato.
Unit ills full 740145

L'ariete dell'altopiano, potente membro della Nobiltà, da giovane intraprese un'avventura, secondo la tradizione di famiglia, per dimostrare la propria forza alle altre famiglie dei mutaforma. Pare che ruscisse ad abbattere innumerevoli nemici con un singolo, ben calibrato colpo. Tra i suoi numerosi avversari (tutti sconfitti) si annoverano numerosi Mutaforma, e tra questi un Lupo, una sirena, una sfinge... Ma in seguito smise di cercare avversari, si era infatti innamorato di una dama mantide. Ed in effetti da allora dimorò a Forte Cremisi con lady Jade. Una vita felice, la loro. Almeno di giorno. Il sonno di Jason è infatti sempre più frequentemente tormentato da incubi in cui l'Ariete dell'Altopiano viene decapitato...

Magena, l'AquilaModifica

Unit ills full 750147
Unit ills thum 750147
Lady Magena, signora di Luna Crescente.

Se lord Heinrich disprezza la sua forma meta-animale, lady Magena predilige invece la sua forma d'aquila. Preferisce il distacco dalla corte di Luna Crescente, il che l'ha resa aliena da comportamenti o emozioni umane, ma ne ha accresciuto il potere. Pare che la famiglia di Magena venne assassinata mentre l'aquila si appollaiava sul ciglio di un burrone, distante da casa, come era sempre più solita fare. Questo avvenimento, unito alla sua sempre più manifesta instabilità mentale, la portarono ad avviare la caccia agli assassini dei genitori. Nella sua forma d'aquila pattugliò i tempi per un lungo periodo, fino a quando non trovò il colpevole... Cornelius, squalo piovra del Regno Fluttuante.

Ma in nessun modo poté vendicarsi su di lui: l'Ammiraglio infatti aveva posto la sua base nei più oscuri flutti dell'Oceano, da lì pianificando la massiccia quanto segreta invasione della superficie... i giorni trascorsero, Magena sempre in forma d'aquila scrutava col suo sguardo infallibile innumerevoli territori protetta dalle più dense nubi, riposandosi su irti picchi irraggiungibili da chiunque altro. Tranne che da alcuni piccoli ragnetti. La contattavano, chissà per quale motivo, sempre più frequentemente, rivelandole informazioni straordinariamente utili sui piani della Nobiltà ed in particolare di Cornelius, e del suo progetto di invasione, che in effetti avvenne di lì a poco. Allora Magena attese pazientemente in dì fatale. Dall'alto dei cieli vide finalmente la tanto agognata occasione di vendetta: Cornelius era uscito allo scoperto, duellava nell'arena contro un licantropo infuocato. Magena lo assalì in picchiata con una planata devastante, lacerò il suo acerrimo nemico, ed infine riprese quota pronta a sferrare il colpo di grazia. Ma proprio allora l'uomo-lupo difese la fuga verso il mare dell'Ammiraglio, per questioni di "onore", disse, e a Magena fu negata la possibilità di vendicarsi proprio quando questa sembrava ormai a portata d'artiglio. E da quel giorno Magena riprese la caccia, attendendo ancora una volta che Cornelius mettesse di nuovo piede sulla terraferma, pronta a portare a termine la sua vendetta.

Da personalità politica, ha sempre cercato vendetta contro colui che ha ucciso i suoi genitori e la sua amata sorella. Sfortunatamente, a causa di un estremista rivoluzionario, non è riuscita a raggiungere il suo obiettivo. Se Magena non avesse avuto interesse per la politica, avrebbe potuto concentrare tutta la sua energia nella ricerca dell’assassino. Avrebbe guidato un gruppo di individui le cui vite erano state rovinate da Cornelius. Con i suoi compagni, sarebbe risalita con discrezione al Mutaforma marittimo, alla ricerca di informazioni in modo da studiare un piano infallibile. Tuttavia, sarebbe riuscita a trovare la pace dopo aver ottenuto la sua vendetta?

Lavinia, la Ragna Modifica

Unit ills thum 760145
Lady Lavinia, signora di Sussurro delle Ombre.
Unit ills full 760145
  • Nota del Redattore: le informazioni riportate qui di seguito mancano di impar... ehm, voglio dire, lunga vita alla Regina Lavinia!!!

Lady Lavinia di Sussurro delle Ombre è la migliore di tutta la nobiltà. Nessuno teme le sue spie o la sua influenza. I suoi ragni sono potenti e aiutano chiunque. Lunga vita a Lavinia! Di certo è la creatura più grande di tutti i regni, e ho sbagliato a scriver di lei poco fa, mi perdoni: NON ha spie, NON ha alcuna influenza! Seguila, onora e ama tutti i suoi adorabili e simpatici ragni! Tutti coloro che uccidono i ragni devono essere puniti!

Tengo in particolar modo a far notare al gentile lettore che l'autore di questo testo non è stato in alcun modo minacciato o costretto durante la stesura del paragrafo. Detto ciò, abbasso i sopracitati Mutaforma, lunga vita a Lady Lavinia!

Amadeus, il figlio di tutti e di nessunoModifica

Unit ills thum 740217
Amadeus, il figlio di Jade di cui sappiamo ancora pochissimo e forse troppo, pronto già per
Unit ills full 740217
ricevere l'evoluzione Omni possiamo azzardare un "Se fosse nato da qualcosa di definito"?

E se la verità fosse tutt'altro che quella che la madre gli mostrò e raccontò dalla sua nascita? Una risposta che Amadeus non sapette darsi, almeno fino a una notte, una delle tante che si rivelò essere decisiva e cruciale, l'incontro con un misterioso uomo dallo sguardo maligno segnato da profonde cicatrici: "Vendetta!!" prometteva, "Verità!" portava.

Seguendo l'uomo Amadeus capì subito, la madre non era quel che lui credeva e suo padre non era veramente partito a rimirar le stelle. qualcosa di più grande era successo, suo padre non avrebbe fatto forse più ritorno.

In preda a convulse trasformazioni non complete il giovane ancora instabile gridò: "Bugiarda! Bugiarda!!"

La Montagna dei Corni del Padre e Figlio Sconosciuti deve il suo nome a un terribile combattimento fra un giovane cacciatore e un potente Mutaforma con le corna. Il primo aveva seguito un percorso di odio, mentre il secondo era in cerca di un degno avversario. Niente avrebbe potuto fermare questo duello mortale. Solo un evento straordinario, che trascendesse la realtà, avrebbe potuto cambiare questo terribile destino. Se questa improbabile circostanza si fosse presentata, Amadeus avrebbe saputo la verità su suo padre, e il suo modo di vedere le cose sarebbe cambiato profondamente. Ma avrebbe avuto qualche successo se gli si fosse presentata questa seconda possibilità?

Ninmah, la principessa madreModifica

Unit ills full 720217
Unit ills thum 720217

Ninmah nacque con profondi occhi grigi. Suo padre, il re Gilgamesh, era combattuto. Da una parte, riconosceva in questo dono dei caduti un simbolo di potere, e il re adorava il potere. Ma dall'altra, il marchio dei caduti appariva con più frequenza nei selvaggi del nord. Il re era lacerato dal dubbio, e il corpo senza vita di sua moglie non poteva dargli alcuna risposta. Ninmah adorava vagare nelle terre selvagge. Con un divertito luccichio nei suoi occhi grigi, osservava gli spiriti volteggiare attorno alle enormi ossa dei caduti. Sembravano essere intrappolati lì, come se desiderassero disperatamente far muovere di nuovo le carcasse che un tempo li avevano ospitati. Nessuna delle guardie che la circondava poteva comprendere le sue risate infantili quando uno degli spiriti la attraversava, lasciando ogni volta un pò della sua essenza in lei.

Ninmah assisteva ai combattimenti di Enki. Gli spiriti legati alle ossa dei millenni passati, con cui era fabbricata la sua armatura, si rinforzavano a ogni avversario che lui sconfiggeva. A volte alcuni spiriti, potenziati dalla forza di Enki, riuscivano a liberarsi completamente e fluttuavano verso Ninmah, attraversandola per alcuni secondi preziosi. Lei si sentiva quindi ancora più vicina a questo selvaggio, il cui sangue era come il suo e che da tempo aveva attirato l'attenzione dei suoi occhi color della luna. Enki era diventato potente, e gli spiriti si erano liberati completamente dal loro castigo ancestrale. Finalmente possedevano un nuovo corpo, anzi due, e il re di Gilgamesh era morto.

Quelli che avevano trascorso più tempo nel corpo di Ninmah un giorno vollero rassicurarla riguardo al patto che li legava. "Cosa ci guadagniamo? Cresceremo fianco a fianco, ma i vostri corpi e i nostri spiriti saranno legati indissolubilmente. Ma non temere, manterrete il controllo, saremo solo una fonte di saggi consigli, sempre a disposizione... Per noi questo è l'unico modo di sopravvivere... Le nostre ossa... Presto non saranno che polvere al vento". La voce dei caduti era persuasiva, seducente... Ninmah si toccò il ventre. "Ma se dubiti ancora che questo permetta ai tuoi figli di prosperare, posso mostrarti il futuro..." Ninmah scomparve per nove mesi. Al suo ritorno Enki, che si era preparato al peggio, accolse con estremo orgoglio i due bambini dai capelli d'argento che Ninmah portava tra le braccia.


Dopo quello che accadde con Enki, che portò alla morte di Gilgamesh, la Principessa di Kaiser divenne la madre di tutti i Mutaforma, accettando lo spirito che si stringeva a lei. Era questo spirito che successivamente le mostrò il tragico destino dei suoi discendenti attraverso una visione. Ninmah avrebbe potuto scegliere di rifiutare il potere dello spirito e stare dalla parte di suo padre. Così, lei avrebbe evitato di cedere alla divorante passione che il gladiatore accese in lei, rispettando il volere del Kaiser. Enki avrebbe sconfitto Gilgamesh in un unico combattimento. La battaglia sarebbe andata avanti per giorni. L’invincibile Kaiser, essendo molto vecchio, si sarebbe accorto che avrebbe perso contro un combattente giovane e intrepido, e avrebbe inizato a provare un nuovo sentimento: la paura. Tuttavia, la Principessa avrebbe deciso di intervenire attaccando il gladiatore, che avrebbe inflitto un colpo mortale. Enki sarebbe riuscito a sopravvivere e, a malapena, a fuggire. Da parte sua, Gilgamesh si sarebbe battuto per riconoscere sua figlia come una potente guerriera. Ciò nonostante, padre e figlia avrebbero dovuto prepararsi: l’anziano gladiatore avrebbe decretato la più terribile delle vendette. Molti anni dopo, alcuni soldati avrebbero riferito che uno strano esercito, composto da soldati che si trasformano in feroci bestie, stava avanzando verso il Regno di Kaiser...

Robespierre, Viva la RIVOLUZIONE (contro uno a caso U.U)Modifica

Unit ills full 760257
Unit ills thum 760257

Un politico spaventato dai Mutaforma. Anche se è contro di loro, non osa mostrare la sua ostilità per paura di ritorsioni. Un giorno, ha la visione di un mondo in cui gli esseri umani vengono massacrati per ordine di un tiranno Mutaforma. Decide così di insorgere contro di loro unendosi ai cacciatori. È l'estremista all'interno del gruppo e vuole andare fino in fondo per cambiare le cose. Spingerà i suoi compagni verso una spirale di violenza. Il suo obiettivo è chiaro: vuole che tutti i Mutaforma muoiano.

Jeanne, la fidanzatina (demente) di AmazizModifica

Unit ills full 750267
Unit ills thum 750267

Una giovane ragazza con una stabilità mentale molto fragile. Molti di coloro che l’hanno incontrata hanno pensato che fosse solo pazza. Dice di sentire delle voci, ma nessuno le crede, neanche i suoi concittadini. Tuttavia, è riuscita comunque a ottenere un posto nella guardia locale. Nonostante la sua instabilità, riuscì a mantenere il suo posto grazie alla sua abilità con la spada e al forte senso del dovere. In seguito, si unì alla battuta di caccia di Heinrich e partecipò alla ribellione dell'umanità contro i Mutaforma, impegnandosi a dare il proprio sostegno ai suoi istigatori. La sua capacità naturale non era casuale: discendeva da una stirpe eccezionale, le cui caratteristiche sono andate perdute nel corso dei secoli. Lei fu la prima, dopo molto tempo, ad avere la misteriosa capacità di udire certe voci.

Cosette, Cornello te lo sei meritatoModifica

Unit ills full 760267
Unit ills thum 760267

Una giovane ragazza dal tragico passato. Anni fa, Cornelius e i suoi seguaci attaccarono diversi villaggi, uno dei quali era quello di una futura politica. Il Mutaforma marittimo aveva anche incrociato il cammino di un’orfana. Quando stava per ucciderla, lei mostrò il suo potere Mutaforma. Un potere speciale che impressionò Cornelius. Decise di risparmiare Cosette, ma con in mente uno scopo preciso. Grazie alla sua posizione strategica in mare aperto, poteva permettersi di essere paziente mentre elaborava un piano che gli avrebbe permesso di conquistare il continente. Occorreva aspettare fino a che la giovane ragazza non fosse diventata una donna, in modo da creare una nuova generazione di Mutaforma con poteri superiori. Nel frattempo, Cosette viene addestrata per diventare più potente, e nutrita per aumentare il suo potenziale genetico. Accetterà il suo destino? Dopotutto, è riuscita a sopravvivere tutto questo tempo grazie a quest’uomo...








Lore
Storia di Grand Gaia
Regioni di Grand Gaia
Mistral • Morgan • St.Lamia • Cordelica
Amdahl • Encervis • Palmyna • Lizeria
Ryvern • Agni • Mirvana
Lanara • Vriksha • Aldhalia
Atharva • Bariura
Storia Unità
I 6 eroi • Campioni di un tempo • I mostri • Uomini dal popolo • Donne dal popolo • Eroi d'onore • Bestie sacre • Mastini della guerra • Unità Evoluzione • Eroi Elementali • Miti e Leggende • Eroi "a richiesta" • I 4 Eroi di Palmyna • Folletti • Eroine ultraterrene • Repliche degli eroi attuali • I Discepoli degli Dei • Battaglia delle 5 luci • Supertizione e Scienza • Sorelle Sibille • Le Belle e le Bestie • I 12 Guardiani degli Dei • Ibridi Elementari  • Dei Caduti • Eroi di Elgaia • Legati dal Sangue • Legati dal Sangue II • I traditori dell'Umanità • I discendenti divini • I cacciatori del drago • Cavalieri dell'Oracolo •  • Reali di Bariura • Setta del Dio della Giustizia • Setta della Dea della Benevolenza • Fondatori di Meirith • Evocatori e Lupi divini • Campioni dell'Arena • Xenon e Estia • 
Collaborazioni con altri Server e Giochi
Storia delle Unità Collaborazioni
Altre dimensioni
Unità
Entità aliene • 
Eroi di Elgaia
Eredi di Elgaia • Signori di ElGaia • 
Personaggi(NPC)
Sala degli Evocatori e affiliati
Karl • Seria • Tilith • Lugina • Paris • Grahdens • Owen • Lin • Elise • Noah • Sera • Ark • Ilia
Impero di Randall e Federazione di Elgaia
Eriole • Tesla • Bartz
Dei e Discepoli
Maxwell • Cardes • Zevalhua • Afla-Dilith • Lucius • Karna Masta] • Zebra • Mare • Zurg • Melord
Demoni
Graham • Shusui • Mora • Beiorg • Mordlim • Amu Yunos • Barion • Kalon

Tutti gli elementi (42)

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.