Area plate 0015.png
 
Area 0015.jpg

Il dio del mare,Ordas Derva[modifica | modifica sorgente]

Si narra che nei tempi antichi il dio del mare, Ordas Derva, si innamorò di una donna umana a cui donò un calice e un fiore che non sarebbe mai appassito.
Un giorno ad Aldhalia scoppiò una rivolta e la donna morì, lasciando orfana la figlia semidivina.
Quando venne a sapere dell'accaduto la rabbia, la tristezza e il rancore si trasformarono in puro odio e pazzia.
Il dio del mare, con la sua furia fece ingrossare i mari che si infransero con tsunami e onde spaventose sulle coste di Aldhlia non permettendo alle persone di prendere il largo.
Un giorno però una ragazza bellissima e con le ali da angelo si presentò ad Aldahlia e si recò dal dio indemoniato. Teneva in una mano un fiore e nell'altra un calice, dono del dio.
Yujeh riuscì a far rinsavire il dio, che riconobbe in lei la nipote dell'amata, dopodichè lo addormentò in un sonno secolare affinchè non potesse nuocere.
Mentre stava risvegliando i suoi poteri e la sua ira, un'evocatore arrivò e lo sconfisse definitivamente, permettendogli di raggiungere l'amata.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.